Cosa vedere in Italia

Scopri che cosa vedere in Italia. Immergiti nella tua prossima destinazione attraverso le immagini e le storie di viaggio, leggi i nostri consigli per pianificare la tua vacanza in Italia.

Riscopri l'Italia. Scegli la tua destinazione ideale tra le città più amate e i tesori ancora nascosti.

Lasciati ispirare e trova la sistemazione perfetta.

L'Italia come piace a te

Italia da scoprire

Città

rome art
Italy’s Map Icon
artevino

Regione

tuscany
artemarenaturaspavino

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Dove rilassarsi in Italia

Se c’è una cosa che mi piace fare, è andare alle terme! Non c’è niente di meglio per staccare la spina e rimettersi in pace con il mondo. In Italia, poi, ci sono un sacco di città termali. Se non sai come scegliere, ecco un aiuto da parte mia:

Non sei mai stato alle terme se non sei stato a Saturnia, Montecatini Terme, Abano Terme.

Per combinare sole, mare e relax termale, ci sono Bibione, Fasano, Cervia, Sorrento, Vulcano e Portoferraio.

Se vuoi alternare passeggiate tra i boschi a massaggi rigeneranti, allora le mete che fanno per te sono Rapolano, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni.

Per ammirare le montagne mentre te ne stai a mollo nelle piscine termali, scegli Merano o Levico Terme.

Per rimanere a due passi dalla città senza rinunciare alla tua pausa spa, Fiuggi, Tivoli e Viterbo sono la scelta giusta, a poca distanza da Roma.

Dallo staff di Venere

Stefania vive a Roma da sempre ma ama condividere la scoperta di nuovi paesi con suo marito e suo figlio, immaginando ogni volta, come potrebbe essere viverci.

Zona d'interesse

Chianti
Italy’s Map Icon
naturavino

Buono a sapersi!

Dove potrei andare in vacanza in Italia?

Domanda difficilissima! Tutto dipende da che tipo di vacanza vuoi fare. Comunque sia, ecco qualche suggerimento per te: sono alcune tra le nostre destinazioni preferite! Speriamo di esserti d’ispirazione per scegliere la tua vacanza italiana!

Al mare: Salento: il sole, il mare, lu vientu! Irresistibile. Cinque Terre: il grande classico della Liguria. Circeo: a due passi dalla Capitale, mare da Bandiera Blu.

In montagna: Val Badia e Val di Fassa, tra sentieri da trekking, piste da sci ottime, accoglienza calorosa.

Al lago: Sirmione e Garda, per una vacanza rilassante e romantica.

In città: Milano, Roma e Venezia. Il nostro imbattibile tris d’assi!

Sulle isole: Sicilia e Isola d’Elba, sono una scelta sicura. Ci sarà un motivo per cui ci ritorniamo sempre!

Città

courmayeur ski
Italy’s Map Icon
Montagnasci

Città

meran ski
Italy’s Map Icon
Montagnascispa

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Dove fare la settimana bianca in Italia?

Con l’inverno alle porte, iniziamo a pensare alla settimana bianca… Non è facile decidere dove andare! Vorrei aiutarti nella scelta, perciò ecco dove ti direi di andare:

Al primo posto le Dolomiti: per me non hanno davvero rivali. Prima di tutto, con un solo skipass si scia in tutto l’enorme comprensorio Dolomiti Superski: dalle piste semplici a quelle più avventurose, c’è davvero qualcosa per tutti… e il panorama non ti stancherà mai, promesso! Tra le mie destinazioni preferite ci sono Moena, un gioiellino; Selva di Val Gardena, accogliente e a due passi dall’imponente Sassolungo; e ultima ma non certo per importanza, Madonna di Campiglio, che ha uno snowpark dove mi piace tornare… ho ancora un sacco da imparare!

Ma non dimentichiamo il resto dell’arco alpino: non è secondo a nessuno! Penso alla Val d’Aosta, dove si scia nella superchic Courmayeur, ai piedi del Monte Bianco, o della Lombardia, con l’indimenticabile Livigno, Piccolo Tibet sempre pieno di neve.

E ancora, che dire della Vialattea, con il suo migliaio di piste collegate sci ai piedi, nel cuore delle Alpi Piemontesi? Vi consiglio di sciare almeno una volta nella vita a Sestriere e Sauze d’Oulx se amate lo sci, e Bardonecchia se, come me, preferite rischiare l’osso del collo… sull’amato snowboard.

Dallo staff di Venere

Tiziana legge e viaggia più che può. Mangia (quasi) di tutto. Ama Roma, la sua città, e non si stanca di esplorarne gli angoli nascosti, anche se le piace moltissimo anche perdersi in giro per il mondo.

Regione

umbria
Italy’s Map Icon
artespa

Buono a sapersi!

Dove potrei andare in vacanza in Italia?

Domanda difficilissima! Tutto dipende da che tipo di vacanza vuoi fare. Comunque sia, ecco qualche suggerimento per te: sono alcune tra le nostre destinazioni preferite! Speriamo di esserti d’ispirazione per scegliere la tua vacanza italiana!

Al mare: Salento: il sole, il mare, lu vientu! Irresistibile. Cinque Terre: il grande classico della Liguria. Circeo: a due passi dalla Capitale, mare da Bandiera Blu.

In montagna: Val Badia e Val di Fassa, tra sentieri da trekking, piste da sci ottime, accoglienza calorosa.

Al lago: Sirmione e Garda, per una vacanza rilassante e romantica.

In città: Milano, Roma e Venezia. Il nostro imbattibile tris d’assi!

Sulle isole: Sicilia e Isola d’Elba, sono una scelta sicura. Ci sarà un motivo per cui ci ritorniamo sempre!

L'Italia è tutta da scoprire.

Cos'altro vuoi sapere

prima di partire?

I consigli degli esperti sull'Italia

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

I più bei siti Unesco d’Italia

Non è un mistero per nessuno: con ben 51 siti Unesco, l’Italia è davvero uno scrigno di tesori… alcuni nascosti, alcuni sotto gli occhi di tutti. Ecco quelli dove sono già stata, visitane qualcuno anche tu quest’anno!

Uno dei simboli dell’Italia nel mondo, Piazza del Duomo a Pisa: forse la conosci come Piazza dei Miracoli. Certo, è dove si trova la Torre pendente!

Villa d’Este a Tivoli: un parco immenso pieno di verde e giochi d’acqua, da visitare almeno una volta nella vita. Non farti sfuggire l’organo idraulico.

La Villa Romana del Casalea Piazza Armerina, un’antica villa romana che è un fiorire di magnifici mosaici in ottimo stato.

La Reggia di Caserta, per immergersi in un’atmosfera elegante, quasi fiabesca, che ti ricorderà Versailles.

Villa Adriana, sempre a Tivoli: un sito archeologico davvero affascinante con terme, ninfei, giardini e padiglioni. Magico.

Dallo staff di Venere

Laura ama viaggiare e soddisfare la sua curiosità. Si è innamorata dell'Italia qualche anno fa e desidera esplorarne ogni angolo.

Buono a sapersi!

Che cosa sono le "Città Slow"?

Quasi sicuramente avrai sentito parlare di Slow Food: ecco, il Movimento Città Slow si innesta su principi simili, ed è stato fondato sulla base delle esperienze maturate con Slow Food. Il Movimento si propone di migliorare la qualità della vita nei piccoli centri e promuovere il “buon vivere”, basato sull’ecosostenibilità, sui ritmi più “umani” e “naturali”, sul consumo consapevole e sulla difesa delle tradizioni.

Ad oggi i comuni italiani che possono dirsi “slow” sono 83. Se vuoi sperimentare che cosa vuol dire vivere in una città slow, potresti andare a…

Levanto: davanti, le onde del Mar Ligure; dietro, uliveti e vigneti.

Positano: case colorate dai tetti di maiolica e mare da cartolina.

Amalfi: giardini di limoni e grotte marine da visitare in barca.

Sperlonga: cuore medievale e promontorio da cui godersi (con calma, ovviamente!) il panorama.

Capalbio: circondata dalla Maremma Toscana, dalle spiagge incantevoli.

Greve in Chianti: sui colli fiorentini, un borgo dove la tranquillità è di casa.

Città

livigno ski
Italy’s Map Icon
Montagnasci

Regione

lombardy
Italy’s Map Icon
arteExpoMontagnanaturascispavino

Zona d'interesse

castelli romani nature
artenaturavino

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Un amore di borgo

Ciò che rende l’Italia così bella e sorprendente sono non solo le sue città d’arte, famose e piene di tesori. Pensate ai piccoli borghi che punteggiano tutto il Paese! Eccone qualcuno… sono i miei preferiti! Facci un salto!

Otranto: “Porta d’Oriente”, carica di storie e romanticismo. Se cerchi una destinazione per un weekend a due, lei è la tua città, a due passi da spiagge davvero incredibili.

Sperlonga: dal cuore medievale pieno di viuzze e scalette, mi piace per una piccola fuga dalla città e per un bagno “rubato” al tran-tran di tutti i giorni.

Vernazza: un gioiello di casette colorate incastonato tra le rupi a picco sul Mar Ligure. Fai il giro di tutte le Cinque Terre e la vedrai.

Racchiusa in uno dei più bei angoli della Sardegna, Bosa ha un fascino tutto suo, specie nella zona antica di Sas Conzas. Dalla Sardegna uno se lo aspetta, ma devo dire che le spiagge sono stupende.

Infine, ultima ma non certo per importanza, Cefalù. Bella, bellissima con le sue spiagge e il suo Duomo pieno di mosaici. E poi, la pasta al nero di seppia… che ve lo dico a fare.

Dallo staff di Venere

Se Kathrin non è a passeggio per le vie di Roma - la città che ormai chiama "casa" da anni - sta probabilmente pensando a qualche posto lontano da scoprire... meglio prima che poi.

Buono a sapersi!

Che cosa sono le "Città Slow"?

Quasi sicuramente avrai sentito parlare di Slow Food: ecco, il Movimento Città Slow si innesta su principi simili, ed è stato fondato sulla base delle esperienze maturate con Slow Food. Il Movimento si propone di migliorare la qualità della vita nei piccoli centri e promuovere il “buon vivere”, basato sull’ecosostenibilità, sui ritmi più “umani” e “naturali”, sul consumo consapevole e sulla difesa delle tradizioni.

Ad oggi i comuni italiani che possono dirsi “slow” sono 83. Se vuoi sperimentare che cosa vuol dire vivere in una città slow, potresti andare a…

Levanto: davanti, le onde del Mar Ligure; dietro, uliveti e vigneti.

Positano: case colorate dai tetti di maiolica e mare da cartolina.

Amalfi: giardini di limoni e grotte marine da visitare in barca.

Sperlonga: cuore medievale e promontorio da cui godersi (con calma, ovviamente!) il panorama.

Capalbio: circondata dalla Maremma Toscana, dalle spiagge incantevoli.

Greve in Chianti: sui colli fiorentini, un borgo dove la tranquillità è di casa.

Città

trento ski
Italy’s Map Icon
Montagnascispa

L'Italia è tutta da scoprire.

Cos'altro vuoi sapere

prima di partire?

I consigli degli esperti sull'Italia

Zona d'interesse

courmayeur ski area
Montagnasci

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Amare l'Italia? Facile!

Ormai mi sono innamorato dell’Italia tanti anni fa… e non ho intenzione di lasciarla tanto presto! C’è sempre così tanto da vedere, tante cose da fare… non si finisce mai di scoprire cose nuove. Qualche esempio?

Potresti sciare ogni anno in una delle magnifiche zone sciistiche di cui sono costellate le Alpi;

Potresti regalarti una vacanza rilassante nelle città termali più rinomate d’Italia;

Potresti avventurarti tra i vigneti e scoprire i segreti del vino nelle one vinicole più antiche;

Potresti tuffarti tra le onde cristalline che lambiscono le spiagge dorate delle città di mare più ambite della Penisola;

Potresti goderti la bellezza delle montagne d’estate;

Potresti scappare dalla città, per la più classica delle fughe in mezzo alla natura;

Infine… la mia preferita: passeggiare per le strade delle città d’arte d’Italia, sempre così affascinanti e piene di vita.

Dallo staff di Venere

Adam è un’inglese ormai Italianizzato dopo aver vissuto in Italia per 8 anni con una passione per arte, storia e agricoltura.

Buono a sapersi!

Dove andare per mangiare i migliori formaggi d’Italia?

Il formaggio è davvero un ospite molto gradito sulle tavole italiane: abbiamo diverse centinaiadi formaggi diversi e, viaggiando, ne possiamo assaggiare davvero molti!

Ma quali sono le regioni italiane migliori per gli appassionati di formaggio? Eccole qua:

Al primo posto c’è la Lombardia, con ben 12 presidi DOP: tra i più famosi formaggi piemontesi ci sono il Grana Padano, il Parmigiano Reggiano, il Taleggio, il Gorgonzola; ma prova anche il Salva Cremasco, il Quartirolo Lombardo, Formai de Mut dell'Alta Valle, Nostrano Valtrompia, Strachitunt, Valtellina Casera, Bitto – questi sono tutti di mucca; se preferisci il formaggio di latte di capra, c’è la Formaggella del Luinese.

Il Veneto, invece, vanta 8 presidi DOP, tutti deliziosi e di mucca: il Monte Veronese, la Casatella Trevigiana, il Piave, l’Asiago, il Provolone Valpadana, il Taleggio, il Montasio, il Grana Padano.

Segue il Piemonte, con 7 presidi DOP: di latte di mucca c’è il Castelmagno, la Toma Piemontese, il Bra, il Raschera, il Taleggio, il Grana Padano. La Robiola di Roccaverano, invece, deve contenere almeno il 50% di latte di capra, per il resto può essere mucca o pecora.

Ecco poi il Lazio, con 6 DOP, alcuni con latte di mucca altri, come suggerisce il nome, di pecora: Pecorino di Picinisco, Ricotta Romana, Pecorino Toscano, Pecorino Romano, Ricotta e Mozzarella di Bufala Campana.

Chiudiamo la nostra top 5 con il Trentino Alto Adige, che si fa onore con 5 formaggi DOP di latte vaccino:il Grana Padano, lo Spressa delle Giudicarie, il Provolone Valpadana, il Puzzone di Moena (conosciuto anche come “spretz tzaorì”, formaggio saporito: un nome che intimorisce meno!) e, infine, l’Asiago.

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Amare l'Italia? Facile!

Ormai mi sono innamorato dell’Italia tanti anni fa… e non ho intenzione di lasciarla tanto presto! C’è sempre così tanto da vedere, tante cose da fare… non si finisce mai di scoprire cose nuove. Qualche esempio?

Potresti sciare ogni anno in una delle magnifiche zone sciistiche di cui sono costellate le Alpi;

Potresti regalarti una vacanza rilassante nelle città termali più rinomate d’Italia;

Potresti avventurarti tra i vigneti e scoprire i segreti del vino nelle one vinicole più antiche;

Potresti tuffarti tra le onde cristalline che lambiscono le spiagge dorate delle città di mare più ambite della Penisola;

Potresti goderti la bellezza delle montagne d’estate;

Potresti scappare dalla città, per la più classica delle fughe in mezzo alla natura;

Infine… la mia preferita: passeggiare per le strade delle città d’arte d’Italia, sempre così affascinanti e piene di vita.

Dallo staff di Venere

Adam è un inglese ormai italianizzato, dopo aver vissuto in Italia per 8 anni con una passione per arte, storia e agricoltura.

Città

turin art
Italy’s Map Icon
arteExpo

Buono a sapersi!

Dove andare per mangiare i migliori formaggi d’Italia?

Il formaggio è davvero un ospite molto gradito sulle tavole italiane: abbiamo diverse centinaiadi formaggi diversi e, viaggiando, ne possiamo assaggiare davvero molti!

Ma quali sono le regioni italiane migliori per gli appassionati di formaggio? Eccole qua:

Al primo posto c’è la Lombardia, con ben 12 presidi DOP: tra i più famosi formaggi piemontesi ci sono il Grana Padano, il Parmigiano Reggiano, il Taleggio, il Gorgonzola; ma prova anche il Salva Cremasco, il Quartirolo Lombardo, Formai de Mut dell'Alta Valle, Nostrano Valtrompia, Strachitunt, Valtellina Casera, Bitto – questi sono tutti di mucca; se preferisci il formaggio di latte di capra, c’è la Formaggella del Luinese.

Il Veneto, invece, vanta 8 presidi DOP, tutti deliziosi e di mucca: il Monte Veronese, la Casatella Trevigiana, il Piave, l’Asiago, il Provolone Valpadana, il Taleggio, il Montasio, il Grana Padano.

Segue il Piemonte, con 7 presidi DOP: di latte di mucca c’è il Castelmagno, la Toma Piemontese, il Bra, il Raschera, il Taleggio, il Grana Padano. La Robiola di Roccaverano, invece, deve contenere almeno il 50% di latte di capra, per il resto può essere mucca o pecora.

Ecco poi il Lazio, con 6 DOP, alcuni con latte di mucca altri, come suggerisce il nome, di pecora: Pecorino di Picinisco, Ricotta Romana, Pecorino Toscano, Pecorino Romano, Ricotta e Mozzarella di Bufala Campana.

Chiudiamo la nostra top 5 con il Trentino Alto Adige, che si fa onore con 5 formaggi DOP di latte vaccino:il Grana Padano, lo Spressa delle Giudicarie, il Provolone Valpadana, il Puzzone di Moena (conosciuto anche come “spretz tzaorì”, formaggio saporito: un nome che intimorisce meno!) e, infine, l’Asiago.

L'Italia è tutta da scoprire.

Cos'altro vuoi sapere

prima di partire?

I consigli degli esperti sull'Italia

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Le migliori zone vinicole italiane

Quando si tratta di vino, qui in Italia c’è l’imbarazzo della scelta: se ne potrebbe parlare per giorni e bere per anni! Ecco le mie regioni vinicole preferite: ti consiglio di farci un giro. In alto i calici!

Ovviamente, prima tra tutte la Toscana, che vale la visita già solo per il Chianti, che ci regala uno dei vini più famosi del mondo intero. Ma non dimentichiamo del Morellino di Scansano, del Brunello di Montalcinoe del Sassicaia.

Se ami i rossi, ci sono il Barolo del Piemonte, la Sicilia con l’Etna e la Sardegna con il Cannonau.

Se preferisci invece i bianchi, devi bere l’amabile Frascati, prodotto nel Lazio a due passi da Roma.

E quando il momento di brindare si avvicina, non possiamo che alzare i calici e bere il veneto Valdobbiadene, il lombardo Franciacorta e il piemontese Asti.

Dallo staff di Venere

Tiziana legge e viaggia più che può. Mangia (quasi) di tutto. Ama Roma, la sua città, e non si stanca di esplorarne gli angoli nascosti.

Zona d'interesse

lake garda
Italy’s Map Icon
Montagnanaturascispa

Buono a sapersi!

Dove si fa il miglior aperitivo d'Italia?

Se non dicessimo immediatamente "Milano!" sappiamo già che ci sarebbe una piccola rivolta: anche se si dice che uno dei riti più italiani che ci sia stato inventato a Torino, e che uno degli aperitivi più amati, lo Spritz, sia nato in Veneto, a Milano l’aperitivo è un’arte difficile da battere.

Un’arte che ha radici più profonde di quanto si pensi, visto che risalgono agli anni ’50 e ’60, periodo di boom economico italiano. Ci si incontrava al bar, magari prima del pranzo domenicale, per stuzzicare lo stomaco con snack accompagnati da un negroni o una “bicicletta” – che altro non era che un campari con vino bianco, diviso però in due bicchierini: perfetto per fare a metà con gli amici. Pian piano l’aperitivo “alla milanese” si è trasformato in una mini maratona gastronomica: altro che olive e patatine! Dalle insalate di pasta alle pizzette, dal finger food al sushi, fino ad arrivare a torte e dessert: l’aperitivo è ormai un sostituto della cena. Ci si incontra con gli amici ai Navigli, in centro o in periferia, per raccontarsi la giornata e rilassarsi un po’, magari con l’intenzione, poi, di spostarsi altrove per la serata.

Ma l’aperitivo valica i confini: non si prende alla leggera nemmeno nelle altre città d’Italia!

Se Firenze e a Roma si va dal minimalista “due olive e una ciotola di patatine” all’”all-you-can-eat” pantagruelico con cui si salta la cena a pie’ pari, bisogna tenere a mente che ci si vede un po’ più tardi perché, in effetti, si cena un po’ più tardi rispetto a Milano.

A Napoli l’aperitivo è una festa che inizia intorno alle 21 in cui si mescola dolce e salato, caffè e babà: quasi non si nota la differenza con un pranzo o una cena “normali”.

A Gallipoli, poi, l’aperitivo si colora di tradizione: dai taralli alle pittole ai salumi locali da accompagnare a un calice di buon vino pugliese.

In Sardegna e Sicilia, poi, gli aperitivi tornano ad essere un po’ “alla milanese” e accompagnano eventi di più ampio respiro legati a eventi particolari, culinari o meno. Ma sono anche un’occasione per scoprire i vini e i prodotti tipici di queste regioni.

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Le migliori zone vinicole italiane

Quando si tratta di vino, qui in Italia c’è l’imbarazzo della scelta: se ne potrebbe parlare per giorni e bere per anni! Ecco le mie regioni vinicole preferite: ti consiglio di farci un giro. In alto i calici!

Ovviamente, prima tra tutte la Toscana, che vale la visita già solo per il Chianti, che ci regala uno dei vini più famosi del mondo intero. Ma non dimentichiamo del Morellino di Scansano, del Brunello di Montalcinoe del Sassicaia.

Se ami i rossi, ci sono il Barolo del Piemonte, la Sicilia con l’Etna e la Sardegna con il Cannonau.

Se preferisci invece i bianchi, devi bere l’amabile Frascati, prodotto nel Lazio a due passi da Roma.

E quando il momento di brindare si avvicina, non possiamo che alzare i calici e bere il veneto Valdobbiadene, il lombardo Franciacorta e il piemontese Asti.

Dallo staff di Venere

Tiziana legge e viaggia più che può. Mangia (quasi) di tutto. Ama Roma, la sua città, e non si stanca di esplorarne gli angoli nascosti.

Regione

piedmont
arteExpoMontagnanaturascispavino

Buono a sapersi!

Dove si fa il miglior aperitivo d'Italia?

Se non dicessimo immediatamente "Milano!" sappiamo già che ci sarebbe una piccola rivolta: anche se si dice che uno dei riti più italiani che ci sia stato inventato a Torino, e che uno degli aperitivi più amati, lo Spritz, sia nato in Veneto, a Milano l’aperitivo è un’arte difficile da battere.

Un’arte che ha radici più profonde di quanto si pensi, visto che risalgono agli anni ’50 e ’60, periodo di boom economico italiano. Ci si incontrava al bar, magari prima del pranzo domenicale, per stuzzicare lo stomaco con snack accompagnati da un negroni o una “bicicletta” – che altro non era che un campari con vino bianco, diviso però in due bicchierini: perfetto per fare a metà con gli amici. Pian piano l’aperitivo “alla milanese” si è trasformato in una mini maratona gastronomica: altro che olive e patatine! Dalle insalate di pasta alle pizzette, dal finger food al sushi, fino ad arrivare a torte e dessert: l’aperitivo è ormai un sostituto della cena. Ci si incontra con gli amici ai Navigli, in centro o in periferia, per raccontarsi la giornata e rilassarsi un po’, magari con l’intenzione, poi, di spostarsi altrove per la serata.

Ma l’aperitivo valica i confini: non si prende alla leggera nemmeno nelle altre città d’Italia!

Se Firenze e a Roma si va dal minimalista “due olive e una ciotola di patatine” all’”all-you-can-eat” pantagruelico con cui si salta la cena a pie’ pari, bisogna tenere a mente che ci si vede un po’ più tardi perché, in effetti, si cena un po’ più tardi rispetto a Milano.

A Napoli l’aperitivo è una festa che inizia intorno alle 21 in cui si mescola dolce e salato, caffè e babà: quasi non si nota la differenza con un pranzo o una cena “normali”.

A Gallipoli, poi, l’aperitivo si colora di tradizione: dai taralli alle pittole ai salumi locali da accompagnare a un calice di buon vino pugliese.

In Sardegna e Sicilia, poi, gli aperitivi tornano ad essere un po’ “alla milanese” e accompagnano eventi di più ampio respiro legati a eventi particolari, culinari o meno. Ma sono anche un’occasione per scoprire i vini e i prodotti tipici di queste regioni.

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

I miei consigli per le vacanze… al naturale

Alla sabbia preferisci il prato e all’acqua di mare preferisci quella di lago? Allora la montagna fa per te. Ecco i miei consigli per le tue vacanze in mezzo alla natura.

Per vacanze “green”, da passare tra escursioni nei boschi e relax in riva al lago, puoi raggiungere il Piemonte dove trovi Sestriere e Bardonecchia, oppure la Val d’Aosta di Courmayeur e Saint Vincent, e ancora la Lombardia, per Livigno.

Spostandoti in Veneto troverai Cortina d’Ampezzo e Misurina, per arrivare poi in Trentino Alto Adige con Madonna di Campiglio, Vipiteno, Bressanone, San Martino di Castrozza, Cavalese e Cornedo all’Isarco.

Per chi invece non rinuncia a una vacanza che offra anche cultura e storia, sempre senza rinunciare a qualche passeggiata in quota, ci sono Aosta e Tirano in Lombardia, e Trento, Bolzano e Merano in Trentino Alto Adige.

E per finire, se vuoi farti sorprendere, scegli Bormio, in Lombardia, o Malcesine, in Veneto: se a Bormio scierai in piena estate su più di 20 km di piste innevate a ben 2757 metri di quota, a Malcesine potrai sfoggiare il tuo costume da bagno nuovo in mezzo alle montagne, e tuffarti nelle attività nautiche sul lago.

Dallo staff di Venere

Tiziana legge e viaggia più che può. Mangia (quasi) di tutto. Ama Roma, la sua città, e non si stanca di esplorarne gli angoli nascosti, ma le piace moltissimo anche perdersi in giro per il mondo.

L'Italia è tutta da scoprire.

Cos'altro vuoi sapere

prima di partire?

I consigli degli esperti sull'Italia

Città

bressanone ski
Italy’s Map Icon
Montagnasci

Buono a sapersi!

Oltre alle grandi città, cosa vedere nel centro Italia?

Roma e Firenze sono certamente imperdibili, ma il centro Italia ti offre un enorme ventaglio di opportunità tutte da scoprire: non dimenticare che dopo aver visitato alcune delle città d’arte più famose del mondo puoi facilmente raggiungere la campagna e le montagne, e prenderti il tuo tempo per esplorare i dintorni: gli Appennini, ad esempio, sono stupendi per un momento di relax all’aria fresca (porta un maglioncino per la sera. Sì, anche d'estate).

Puoi anche fare una gita al lago, dove puoi stenderti e prendere il sole lontano dal caos della spiaggia, mentre ti godi la brezza. Le piccole città di collina sono sorprendenti e ti accoglieranno a braccia aperte, come un caro amico: fatti coccolare mentre scopri la loro storia!

L'Italia vista da Venere

Mask baloon

Italia e mare: le mie spiagge preferite

Una delle cose che amo di più dell’Italia sono le sue spiagge: mi piace moltissimo scoprirne di nuove e nascoste. Se anche tu sei un “tipo da spiaggia” come me, apprezzerai i miei consigli per scegliere la città di mare per le tue vacanze:

Per lasciare la terraferma e approdare in posti da film, scegli Isola d'Ischia, Ponza, Capri, Costa Smeralda, Isole Tremiti, Ventotene, Elba, Isole Eolie, Procida.

Per lunghe passeggiate su spiagge che sembrano non finire mai Jesolo, Otranto sul Mare Adriatico; Santa Margherita Ligure e Rapallo in Liguria; Gallipoli sul Mar Ionio; Tropea, Sperlonga, Terracina sul Mar Tirreno.

Per tramonti da cartolina e panorami da non dimenticare, le Cinque Terre, Positano, Praiano, Portovenere, Sorrento, Ostuni, Alassio, Levanto e, per finire, le siciliane San Vito lo Capo, Cefalù, Trapani.

Dallo staff di Venere

Per Sam, il treno vince sull'aereo! Gli piace tantissimo viaggiare sui binari senza avere una destinazione precisa in mente. Quando non è in viaggio, lo trovate a Roma.

Zona d'interesse

val d'elsa ed empolese nature
Italy’s Map Icon
naturaspavino

Città

Sirmione Nature
Italy’s Map Icon
naturaspa

Buono a sapersi!

Oltre alle grandi città, cosa vedere nel centro Italia?

Roma e Firenze sono certamente imperdibili, ma il centro Italia ti offre un enorme ventaglio di opportunità tutte da scoprire: non dimenticare che dopo aver visitato alcune delle città d’arte più famose del mondo puoi facilmente raggiungere la campagna e le montagne, e prenderti il tuo tempo per esplorare i dintorni: gli Appennini, ad esempio, sono stupendi per un momento di relax all’aria fresca (porta un maglioncino per la sera. Sì, anche d'estate).

Puoi anche fare una gita al lago, dove puoi stenderti e prendere il sole lontano dal caos della spiaggia, mentre ti godi la brezza. Le piccole città di collina sono sorprendenti e ti accoglieranno a braccia aperte, come un caro amico: fatti coccolare mentre scopri la loro storia!

Buono a sapersi!

Perché dovrei andare in Sicilia o in Sardegna?

Facile: non c’è niente di meglio per staccare la spina e prendersela comoda. Pensa alle spiagge dorate, ai pigri pomeriggi che passerai passeggiando senza fretta sul bagnasciuga, alle serate che ti godrai nei localini della città. Metti in valigia il costume e qualcosa di carino!

Anche i bambini adoreranno le due grandi isole: faranno amicizia e avranno mille storie da raccontare al ritorno. Se ti piace anche fare attività, avrai l’imbarazzo della scelta: sport all’aria aperta, passeggiate e picnic, nuotate rinfrescanti per raggiungere i romantici golfi nascosti. Fai una passeggiata nelle vie delle città per scoprire musei, monumenti e tradizioni che potrebbero davvero sorprenderti.

Attento, tornare alla tua routine potrebbe essere molto faticoso!

Regione

maremma
Italy’s Map Icon
artemarespavino

Città

como nature
Italy’s Map Icon
Exponatura

Regione

trentino alto adige
Montagnanaturascispa

Zona d'interesse

sud tirol ski
Montagnascispa

Regione

lazio
artemarenaturaspavino

Zona d'interesse

trentino ski
Montagnascispa

Città

bormio ski
Italy’s Map Icon
Montagnasci

Zona d'interesse

altopiano di asiago ski
Italy’s Map Icon
sci

Regione

veneto
Italy’s Map Icon
artemareMontagnanaturascispavino

Zona d'interesse

val di chiana nature
Italy’s Map Icon
artenaturaspa

Città

sestriere ski
Italy’s Map Icon
Montagnasci

Regione

sicily
Italy’s Map Icon
artemarenaturaspavino

Regione

campania
Italy’s Map Icon
artemarespa

Zona d'interesse

val gardena ski
sci

Zona d'interesse

val dorcia nature
Italy’s Map Icon
artenaturaspavino

Zona d'interesse

cervinia ski area
Italy’s Map Icon
sciMontagnaspa

Regione

apulia
Italy’s Map Icon
artemarespavino

Zona d'interesse

val di non ski
sci

Regione

liguria
artemarenaturaspa

Regione

sardinia
marespavino

Zona d'interesse

val camonica
scispa

Regione

sicily east coast
Italy’s Map Icon
artemarenaturaspavino

Zona d'interesse

val di fassa ski
scispa

Regione

calabria
artemarespa

Regione

Riviera Ligure Spiaggia
Italy’s Map Icon
artemarenaturascispa

Zona d'interesse

val di sole ski
Montagnasci

Regione

Costa Pugliese Spiaggia
Italy’s Map Icon
artemarespavino

Zona d'interesse

monte bondone ski
Montagnascispa

L'Italia è tutta da scoprire.

Cos'altro vuoi sapere

prima di partire?

I consigli degli esperti sull'Italia