Hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi

Cerca hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.)

Scegli un albergo in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.) con Venere

Come trovare il miglior hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi con Venere

C’è forse un quartiere parigino più famoso di Montmartre, lo storico quartiere degli artisti? E proprio perché Montmartre non ha bisogno di presentazioni, con i suoi vicoli lastricati e le scalinate vertiginose, su una collina che offre panorami mozzafiato sulla città, i turisti lo amano alla follia. E Montmartre ricambia, offrendo alloggi e locali a ogni angolo. Perciò pensare di arrivare qui e cercare un hotel direttamente sul posto è una pessima idea, soprattutto in alta stagione, a meno che non voglia ritrovarti a girare tra salite impervie con le valigie in mano, per accontentarti, infine, di quel che trovi e ad un prezzo da capogiro. Molto più saggio è prenotare da casa prima della partenza. Tutte le soluzioni possibili le trovi su Venere.com, da anni sito di riferimento per i viaggiatori fai da te. Cerca gli hotel per data, guarda le immagini, leggi i giudizi dei clienti per non avere sorprese, prenota: et voilà, in pochi minuti, il tuo hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi.

Il meglio di Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.)

L’atmosfera di Montmartre si respira già uscendo dalla stazione metro di Abbesses, con la pensilina più famosa della città, capolavoro in Art Nouveau dell’architetto Guimard. Di fronte, la chiesa di Saint Jean l’Évangéliste, un po’ bizantina, un po’ Art Nouveau. Per gli innamorati è d’obbligo un passaggio al Mur des Je t’aime, dove “Ti amo” è scritto in 250 lingue diverse. E poi, dritti al simbolo del quartiere: la Basilique du Sacré-Cœur, che veleggia bianca a 400 metri di altezza, con il suo stile romanico-bizantino e i bei pavimenti a mosaico. La vista sulla città da qui è imperdibile, ma lo è ancora di più dalla cupola. Di fronte, l’imponente scalinata d’accesso di 222 gradini (ma niente paura, c’è la funivia). Place du Tertre, alle spalle della basilica, pulsa a ogni ora del giorno e della notte, tra locali, turisti e artisti di strada. Il vicino mulino in legno è il Moulin Radet, originale del Settecento. Infine, prima di rientrare nel tuo hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi, un’ultima tappa: il cimitero di Montmartre, dove poter ammirare le tombe di Stendhal, Zola, Dalida.

Consigli per un’indimenticabile vacanza nel quartiere Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi

Il vantaggio che offre un hotel in zona Montmartre - Sacré-Cœur (18° arr.), Parigi, è quello di vivere in uno dei quartieri più pittoreschi della città. Qui potrai perderti tra i vicoli lastricati e le scalinate e respirare un’aria unica in tutta la città. Anche i musei non mancano, tra cui l’Espace Dalí, mostra permanente dedicata al pittore, e il Musée de Montmartre, immerso in un contesto bucolico, che ricostruisce gli anni d’oro in cui queste strade brulicavano di grandi artisti. Il Musée de la Vie Romantique è dedicato al Romanticismo e alla scrittrice George Sand, nella residenza ottocentesca del pittore Ary Scheffer. Quanto a locali, c’è l’imbarazzo della scelta. Due nomi per tutti: il Moulin Rouge, con i celeberrimi spettacoli piccanti, e Le Lapin Agile, cabaret storico in cui si sono esibiti Georges Brassens, Erik Satie e Annie Girardot e tutti i principali cantautori francesi. Tra le feste, la Fête des Vendanges, che celebra l’inizio della vendemmia nel vigneto di Montmartre, il più antico della città e il Lavagem do Sacré Cœur, in cui la comunità brasiliana sfila in processione pulendo i marciapiedi, in onore del santo patrono di Salvador de Bahia.